Incontri all’angolo di un mattino

 

Il romanzo ritrae la generazione degli anni Settanta prima e dopo quel decennio e dietro i nomi dei vari personaggi si celano veri protagonisti di quell’epoca. Gli amori, le amicizie della protagonista, la sua sensazione di claustrofobia, il bisogno di altro, di nuovo, nel periodo che ha preceduto il Sessantotto, sono lo specchio di una generazione. Poi tutto si interrompe e il tempo passa. Molti anni dopo la protagonista visita con un suo amico il cimitero della città natale: tra le tombe ritroviamo quelle degli amici di sempre. Vengono allora rievocati molti altri personaggi, che per lei sono stati come “stelle comete”, fondamentali sia per la sua storia personale, che per quella di un’intera generazione.
Riviviamo allora gli anni Settanta: il movimento studentesco, la rivoluzione sessuale, il femminismo, le lotte per i diritti civili, la musica, la militanza politica.
Lia Migale, scrittrice ed economista, è nata a Teramo e vive a Roma, è stata docente all’Università “La Sapienza”. Ha pubblicato vari testi sia letterari che scientifici. I principali scritti letterari sono stati L’innumerevole Uno (Iacobelli), Piccola storia del femminismo in Italia (Empiria), La donna del diavolo (Voland), Malamore (Empiria), In un altro luogo (Empiria). Per il teatro ha scritto il testo Eva, mangia la mela.

 

14/11/2018

Presentazione libro

Ore 18:30

Entrata: Via della Lungara 19

Organizza: Casa Internazionale delle donne

Luogo: Centro congressi