Roma ore 11


Regia: Giuseppe De Santis


Cast: Lucia Bosé, Carla Del Poggio, Maria Grazia Francia, Delia Scala, Elena Varzi, Lea Padovani, Raf Vallone, Massimo Girotti, Paolo Stoppa, Armando Francioli, Paola Borboni, Irène Galter, Eva Vanicek, Checco Durante, Alberto Farnese, Mino Argentieri, Renata Ciaffi, Maria Ammassari, Anna Maria Zigno, Marco Vicario, Pietro Tordi, Hélène Vallier, Henri Vilbert, Ezio Rossi, Michele Riccardini, Maria Pia Trepaoli, Donatella Trombadori, Fulvia Trozzi, Teresa Ellati, Bianca Beltrami, Nando Di Claudio, Fausto Guerzoni, Renato Mordenti, Cabiria Guadagnino
Stato: Francia
Anno: 1952
Durata: 105’
Distribuzione: Titanus Spa

 

Stasera IO SONO MIA ospita un film straordinario del 1952, Roma ore 11 di Giuseppe De Santis, un film in versione restaurata dalla Cineteca di Bologna.

Tratto da un "pedinamento" (come usava definire Zavattini), la raccolta dei dati di realtà, per il soggetto di un film neorealista.

 

Questo racconto è stato eseguito minuzionsamente da un giovane Elio Petri che ha preso un fatto di cronaca triste della Roma del 1951, e lo ha riferito così perfetto e pieno di particolari, che il regista Giuseppe De Santis ne è stato colpito dicendo: "Un dito puntato sulla piaga della disoccupazione".

Apriremo con la clip tratta dalIa trasmissione SI DICE DONNA di Tilde Capomazzal e l'introduzione di Vanessa Roghi, storica, insegna all’università di Roma La Sapienza, documentarista di storia per RaiTre.

 

SINOSSI: Richiamate dall'offerta di un posto di lavoro come dattilografa letta su un annuncio economico, alcune centinaia di ragazze accorrono da tutti i punti di Roma alla sede della ditta in cerca di personale. L'attesa dura diverse ore e le ragazze si affollano sulla scala. Ad un certo punto una delle ragazze tenta di passare avanti alle altre con uno stratagemma. Questo provoca nel gruppo una violenta agitazione e la scala, non resistendo all'insolita pressione, crolla trascinando con sé le ragazze. Molte riportano contusioni, alcune sono ferite leggermente, altre gravemente, mentre una, malgrado il pronto intervento chirurgico, muore.

Lo sfortunato incidente avrà per le singole concorrenti conseguenze diverse: alcune riprenderanno semplicemente la vita di prima; la ragazza borghese che voleva rendersi indipendente per seguire l'innamorato trova la forza di staccarsi dalla famiglia; la servetta maltrattata ritorna al suo paesello; la ragazza sedotta ormai non può nascondere la sua attuale condizione; la fanciulla che ha provocato la lite, viene chiamata al commissariato di pubblica sicurezza, ma evidentemente non è lei la responsabile.

17/10/2016

IO SONO MIA

Ore 20:30

Entrata: Via San Francesco di Sales 1a

Organizza: Casa Internazionale delle Donne

Luogo: Centro congressi