Cultura

CAFFE' FILOSOFICO: incontri di pratica filosofica di gruppo
"...sofferenze psichiche o disagi esistenziali non sempre dipendono da conflitti interni, da traumi remoti, da coazioni a ripetere esperienze antiche e in noi consolidate....il piu' delle volte dipendono dalla nostra visione del mondo troppo angusta, troppo sclerotizzata,  troppo irriflessa per consentirci da un lato di comprendere il mondo in cui viviamo e dall'altro per reperire un senso per la nostra esistenza e quindi delle buone ragioni per vivere in accordo con noi stessi" (Umberto Galimberti)
Praticare filosofia non significa (re)imparare una disciplina accademica o scolastica; non e'  (ri)studiare la storia dei sistemi filosofici; non è un dibattito a piu' voci per illustrare interpretazioni diverse ne' uno scontro verbale da cui un'opinione esca dominante; non e' una rassegna di posizioni teoriche in cui ciascuno si "pavoneggia" cercando un'affermazione personale...
Praticare filosofia e' approfondire il dialogo con se' e  con gli altri,  cercare il senso delle nostre scelte e delle nostre azioni, partendo dall'esperienza dei singoli, dai loro interessi, dalle personali motivazioni,  ma anche e soprattutto dalla modalita' con cui si interpretano e affrontano  le problematiche che il quotidiano pone  inesorabilmente a tutti.
Questi sono per noi, in estrema sintesi, i cardini di una pratica filosofica di gruppo:
 * la scelta, il confronto e la discussione di un tema centrale: chi non si e'mai confrontato o scontrato con il problema dell'identita', del conflitto, del dolore, della felicita', del desiderio, della colpa?.......
* la costruzione di un dialogo empatico, aperto e non dogmatico
* la creazione di un atteggiamento partecipato di ricerca, in cui insieme ci si interroga e si cerca un senso condiviso
* la progressiva acquisizione di un un livello superiore di comprensione  critica e consapevolezza della ricchezza e dei limiti della propria visione del mondo 
 

Proponiamo quattro incontri della durata di due ore ciascuno, a partire dal 24 Febbraio 2018 ore 10.30
Partecipanti: 15 partecipanti max per ogni incontro

Formazione e facilitazione:
Olga Ciofini, laurea in Filosofia presso Universita' degli Studi di Firenze, insegnante;
Mara di Fabio, laurea in Filosofia presso Universita' Sapienza di Roma, insegnante
Amalia Romano, laurea in Giurisprudenza presso Universita' Federico II di Napoli, funzionaria presso il Mise
Le proponenti  hanno conseguito il diploma  (corso triennale post laurea) di counselor filosofico ad orientamento fenomenologico esistenziale presso la scuola Metis di Napoli.


E’ previsto un contributo di 10 euro ad incontro che sara’ devoluto a sostegno della Casa Internazionale delle donne         
Per informazioni: olgaciofini@virgilio.it
Per prenotarsi telefonare: Olga 3398450484, Amalia 3669087925


 

FAREPENSARE
ARCHIVIA a cura di Maria Palazzesi
 

II Modulo – da Novembre 2017
Un gruppo di lettura in cinque incontri
PROCREARE = GENERARE?
La narrazione letteraria come luogo e spazio di discussione:

“Il racconto dell’ancella” di Margareth Atwood
Conduce il gruppo MARIA ROSA CUTRUFELLI

Pubblicato per la prima volta nel 1985, Il racconto dell’ancella, divenuto film nel 1990 per la regia di Volker Schlöndorff ed oggi anche serie tv ideata da Bruce Miller, è tornato al centro dell’attenzione della critica e del pubblico per l’attualità di temi e situazioni. Romanzo distopico ambientato negli USA in un futuro nemmeno troppo lontano, successivo ad una catastrofe ecologica, Il racconto dell’ancella narra dell’ascesa al potere di una setta religiosa, misogina e maschilista che annienta i diritti di uomini e donne, vessandone i destini. Le poche donne ancora fertili vengono private della propria identità e assegnate ai gerarchi della teocrazia per dare loro una prole.
Autrice canadese molto nota e riconosciuta, Margareth Atwood attraverso le sue opere ha sempre testimoniato il suo interesse politico per il femminismo e l’ambientalismo.
.......
Scrittrice e saggista, Maria Rosa Cutrufelli coniuga nelle sue opere curiosità e sapere e presta attenzione al racconto dei personaggi così come alla storia dei grandi eventi in cui si collocano le loro vite.
Femminista, sceglie il punto di vista delle donne per raccontare le sue storie, molte delle quali parlano delle sue stesse esperienze di donna in viaggio.

Numero delle partecipanti: minimo 10 massimo 15.
Iscrizione per i 5 incontri : 30 euro
Gli incontri si svolgeranno mercoledì dalle 18.00 alle 20.00

Sala Trust - nelle date:
29 novembre 2017
6 dicembre 2017
10 gennaio 2018
24 gennaio 2018
7 febbraio 2018


Per iscrizioni: Archivia archivia.cidd@libero.it
Info: Maria Palazzesi 3476207940 – Giovanna Olivieri 3355251383
Archivia Via della Lungara, 19 - 00165 Roma  C/C Bancoposta  IBAN IT07J0760103200000047175328

 

 


 

Le parole delle scrittrici
Letture e storie tra le scritture delle donne
Ottobre 2017 – maggio 2018
V edizione
Casa Internazionale delle Donne di Roma

PROGETTO A CURA DI
Novella Bellucci, Università di Roma 1 La Sapienza
Laura Bocci, Traduttrice letteraria, Autrice
TUTOR: Dott.ssa Flavia Caporuscio, Università di Roma 1 La Sapienza

Con questo progetto (relativo al periodo ottobre 2017 - maggio 2018) la Casa Internazionale delle Donne di Roma in collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza propone un percorso storico-letterario all’interno delle scritture delle donne, con l’intenzione di dare voce, attraverso la lettura dei testi, e di dare corpo, attraverso la contestualizzazione storica e la ricostruzione biografica, sia a donne protagoniste della scena culturale e letteraria, sia ad autrici che sono state invece relegate al margine dalla storiografia  canonica.
Le lezioni saranno impostate il più possibile in maniera seminariale; le docenti daranno notizie essenziali sulle autrici, e accompagneranno con brevi commenti le letture delle opere, svolte dalla docente o da componenti del gruppo universitario di lettura L’Umana Compagnia. Per ogni lezione verranno forniti in anticipo i materiali necessari.  Si privilegerà infatti l’approccio diretto ai testi delle singole
autrici - testi perlopiù sconosciuti o comunque poco noti - in molti casi davvero degni di essere  conosciuti e valorizzati, anche a livello della storiografia letteraria


ORGANIZZAZIONE DEL CORSO
Le lezioni seminariali avranno luogo presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma (Via della Lungara 19) con la cadenza di una ogni tre settimane circa: il venerdì ore 17/19.
ISCRIZIONE
È prevista un’iscrizione gratuita, effettuabile fino al 15 OTTOBRE via mail contattando la Dott.ssa Flavia Caporuscio: flavia.caporuscio@gmail.com
MATERIALI
Saranno forniti una bibliografia di base e,
in fotocopia (a pagamento), tutti i materiali
non facilmente reperibili.
COSTI
Ogni lezione avrà un costo di partecipazione
di 10€ a persona, oppure di 80€ per l’intero Corso. È previsto uno sconto del  50% per “+65anni”
STUDENTI
Il Corso è gratuito per gli studenti; gli universitari potranno utilizzarlo per le  Altre Attività Formative (6 CFU).
SOTTOSCRIZIONE
Per tutti i partecipanti (studenti inclusi) è obbligatoria la sottoscrizione di 15€ alla Casa Internazionale delle Donne di Roma da effettuarsi presso la Segreteria della Casa.

Calendario*

*Saranno possibili delle piccole variazioni nel programma
3 e 24 novembre
Lezioni introduttive al seminario
a cura di Novella Bellucci e Laura Bocci
15 dicembre
Maria Luisa di Savoia e Marie Anne de Noirmotier
a cura di Aurora Marziano, Autrice
12 gennaio
Mary Shelley
a cura Elisabetta Marino, Università Tor Vergata
2 febbraio
Rahel Varnhagen letta da Hannah Arendt
a cura di Laura Bocci, traduttrice letteraria, autrice
23 febbraio
Anna Achmatova traduttrice di Leopardi
a cura di Paola Ferretti, Università La Sapienza
16 marzo
Virginia Woolf
a cura di Iolanda Plescia, Università La Sapienza

6 aprile
Grazia Deledda
a cura di Flavia Caporuscio, Università La Sapienza
20 aprile
Fabrizia Ramondino
a cura di Novella Bellucci, Università La Sapienza
4 maggio
Emma Dante
a cura di Beatrice Alfonzetti, Università La Sapienza