14 luglio 2013 - Richiesta dimissioni Calderoli

Al Presidente della Repubblica
on. Giorgio Napolitano

Al Presidente del Senato
sen. Pietro Grasso

Alla Presidente della Camera
on. Laura Boldrini

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
on. Enrico Letta

 


Non possiamo tollerare il susseguirsi di oltraggi da parte leghista nei confronti della ministra Kyenge, ultimo, ma solo l'ultimo in ordine di tempo l’ignobile insulto di Calderoli. E’ del tutto evidente la matrice
razzista e sessista di tali aggressioni , incompatibili con il dettato costituzionale e le basi stesse della nostra Repubblica che sul valore della persona, sull’antifascismo e sul contrasto al razzismo ha fondato le sue origini.

La ministra Kienge viene aggredita in quanto donna, in quanto medico, in quanto autorevole rappresentante del Governo: dichiariamo la nostra stima e la nostra solidarietà alla ministra Kienge, affermiamo la necessità di un gesto forte e inequivocabile da parte di tutte le istituzioni, esigiamo che vengano espulsi da ruoli di
rappresentanza coloro che con i loro comportamenti si sono già messi fuori del patto costituzionale e dalle regole della convivenza democratica.


Roma 14 luglio 2013


Casa Internazionale delle Donne –Roma
UDI Nazionale