Ancora, ancora e ancora

DENUNCIAMO che in  Italia come in Europa si moltiplicano gli attacchi alla libertà e alla dignità delle donne: dalla  irricevibile proposta di legge del governo spagnolo, alla bocciatura europea della mozione Estrela a sostegno dei diritti riproduttivi delle donne, fino alla persistente difficoltà di garantire la scelta di maternità consapevole e responsabile. I recenti insopportabili episodi di violenza sessista, i gravissimi insulti a donne che, svolgendo ruoli di prestigio, rompono gli schemi dell'identificazione maschile, dentro e fuori le Istituzioni, si  collocano in questo quadro in cui le politiche reazionarie e repressive individuano prioritariamente il loro nemico nella libertà e nella autodeterminazione femminile.

RIBADIAMO  con forza  la nostra più ferma condanna di comportamenti e gesti che offendono gravemente le donne e la stessa democrazia.

AFFERMIAMO con passione e con rabbia che continueremo  la nostra lunga e comune battaglia  per realizzare una cultura nuova, in cui le relazioni tra donne  e uomini si fondino  sul rispetto e riconoscimento reciproco.

 

Casa Internazionale delle Donne, Roma