IL JAZZ RADDOPPIA - Doppio Concerto

MIDJANE LAZIO

presenta
 

 

GIULIANA SOSCIA TRIO

“Sophisticated Ladies” A Tribute to Women Composers in Jazz 
Giuliana Soscia accordion / compositions / arrangements
Riccardo Gola double bass
Valerio Vantaggio drums 

La fisarmonicista, compositrice e arrangiatrice Giuliana Soscia presenta con il suo trio completato da Riccardo Gola al contrabbasso e Valerio Vantaggio alla batteria un suo speciale progetto “Sophisticated Ladies - A tribute to women composer in jazz” che ha avuto un grande successo di critica in Italia e all'estero.  Questo concerto è presentato da Midj, Associazione Musicisti  Italiani di jazz che attraverso l'ideazione della serie "Midjane" intende valorizzare e far conoscere straordinari progetti di grandi artiste italiane come accadrà nello specifico per il Roma Summer Jazz Fest grazie alla presenza di Giuliana Soscia.

 
Giuliana Soscia Trio “Sophisticated Ladies” A Tribute to Women Composers in Jazz  è un progetto ideato e creato da Giuliana Soscia che ha dedicato alle compositrici/arrangiatrici jazz, è stato anche protagonista di un prestigioso tour  in India occasione della Festa della Donna 2016  presso l’“Experimental Theatre dell’NCPA” Mumbai, “GD Birla Sabhaggar”  Kolkata, “Civil Services. Una lente d’ingrandimento sull’universo femminile, visto tramite la composizione e l’arrangiamento in ambito jazzistico, Giuliana Soscia propone alcune sue composizioni “First Impression”, “Contemporary Tango”, “Sonata per luna crescente”, contenute nell’ultimo Cd del Giuliana Soscia & Pino Jodice Duet, intitolato appunto “Sonata per luna crescente”, seguono “Olhos de gato” di Carla Bley, storica compositrice statunitense, infatti i suoi brani sono diventati standards jazzistici; il brano “Choro Dancado” della famosissima compositrice e Direttore d’orchestra jazz Maria Schneider vincitrice del Grammy Award, scritto per orchestra, é riarrangiato da Giuliana Soscia per il suo trio; ”Kogun” di Toshiko Akiyoshi, altra statunitense di origine Giapponese, che ha contaminato le sue composizioni con la tradizione della sua terra d’origine, anch’esso nato per Orchestra jazz, è stato completamente riarrangiato; seguono altre composizioni di Giuliana Soscia “Contemporary Swing” un ironico brano contenuto nel CD “Contemporary” e  il brano “Antiche Pietre” che da il titolo all’omonimo CD  realizzato nel 2010, dedicato e ispirato al tango di Astor Piazzolla, infine un brano “ In Walked Monk” dedicato  a Thelonious Monk.

<<vai al video>>

BIOGRAFIA
Giuliana Soscia (www.giulianasoscia.comfisarmonicista , pianista, compositrice/arrangiatrice e direttore d’orchestra jazz, è considerata dalla critica una delle migliori fisarmoniciste jazz d’Italia, vincitrice di numerosi primi premi sia come pianista che come fisarmonicista, per citarne alcuni trofeo ”Sonerfisa” Premio Internazionale città di Castelfidardo 2001 come migliore fisarmonicista italiana e nel 2007 il Premio alla carriera, nel 2005 il prestigioso “XXXV Premio Personalità Europea” presso il Campidoglio di Roma, tra i primi fisarmonicisti italiani nel Jazzit Awards dal 2011 ad oggi. Compositrice e arrangiatrice jazz di grande talento è impegnata nella divulgazione della composizione jazz al femminile, reduce da un prestigioso tour presso i più importanti teatri dell’ India con il suo trio, Giuliana Soscia Trio in “Sophisticated Ladies - A Tribute to Women Composers in Jazz”  in occasione dell’8 marzo 2016 presso l’“Experimental Theatre dell’NCPA” Mumbai, “GD Birla Sabhaggar” Kolkata, “Civil Services Officer’s Institute” New Delhi. Dirige e scrive accanto al marito e stretto collaboratore, Pino Jodice, per l’Orchestra Jazz Partenopea di Pino Jodice e Giuliana Soscia,  si esibisce inoltre anche  come fisarmonicista solista e compositrice in prestigiose Orchestre Jazz e Orchestre D’Archi in Italia e all’Estero, quali la SNJO-Scottish National Jazz Orchestra, PMJO - Parco della Musica Jazz Orchestra, Milano Classica e tante altre. Da ben dieci anni porta avanti il progetto Giuliana Soscia & Pino Jodice Quartet/Duet  realizzando ben 9 CD esibendosi con intensa attività concertistica nei più prestigiosi festival e teatri al mondo, per citarne alcuni: Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro dell’Opera di Hanoi, Teatro dell’Opera di Ankara, Teatro Menotti di Spoleto 65° Coupe Mondial Accordeon, IIC di Addis Abeba, IIC di Marsiglia, Teatro Verdi di Trieste, Dean Benedetti Jazz Festival con la Fondazione Festival Pucciniano, Teatro Cilea di Reggio Calabria, EJE European Jazz Festival di Cagliari, Lucca Jazz Donna, Roccella Jazz Festival, Casa del Jazz di Roma, Iternational Accordion Festival di Castelfidardo e tantissimi altri. Ha collaborato con il M° Roberto De Simone, Tommy Smith, Maurizio Giammarco, Paolo Fresu, Giancarlo Schiaffini, Luis Bacalov, ecc. Svolge da sempre anche attività didattica sia come pianista classica, sia per le materie fisarmonica e composizione jazz, svolgendo anche Master Class nei conservatori di fisarmonica jazz, docente del corso libero di fisarmonica jazz presso la Casa Del Jazz con la collaborazione del Conservatorio S.Cecilia di Roma.
 
a seguire un'altro imperdibile concerto

 


ORE 22,00
ALEVTINA POLYAKOVA & DOMENICO SANNA TRIO
Alevtina Polyakova, sax
Domenico Sanna, pianoforte
Giuseppe Bassi, contrabbasso
Gegè Munari, batteria

Alevtina Polyakova è senza dubbio un "fenomeno unico " su un palco del jazz - non solo una donna di talento, ma una musicista completa. Quante volte nella realtà si può incontrare una bella donna che suona il trombone? Non solo suonare, ma suonare con incredibile virtuosismo ed ottima padronanza di questo strumento. La sua voce fornisce una dolce, vellutata aura di incredibile sensualità con affascinanti argentee evocazioni dei suoni dell'estremo Nord del mondo. Il trombone, non esattamente strumento femminile è diventato un marchio di garanzia di MISS Alevtina Polyakova. Alevtina fatto la sua prima apparizione su un grande palcoscenico come solista invitata dalla Banda Accademica diretta dal famoso musicista russo Anatoly Kroll. Nel 2009 si è esibita con successo al prestigioso Montreux Jazz Festival con il progetto del eccezionale pianista del Azerbaigian e compositore Emil Ibrahim Mamedov. Dal 2009al 2014 Alevtina si è esibita con la Jazz Orchestra sotto la direzione di uno dei più famosi musicisti jazz russi , Igor Butman. Come membro del Orchestra si è esibita nei festival jazz di fama mondiale: Umbria Jazz (Italia), JazzJuan (Francia), Porgy & Bess (Austria), Club di Dizzy Coca-Cola, Blu Vicolo, Fumo, Village Underground (USA). Il 30 aprile 2013 la Polyakova è stata invitata personalmente dal HERBIE HANCKOK a prendere parte a Concerto di Gala di Istanbul organizzata dall'UNESCO. Ha avuto un occasione indimenticabile di giocare con molti artisti jazz di fama mondiale come Herbie Hancock, Wayne Shorter, Terence Blanchard, Vinnie Colaiuta, Keiko Matsui, Terry Lyne Carrington, James Genus, John Beasley, Ben Williams. Nel mese di aprile, dal 27 al 30, Alevtina si è esibita con la sua band "Solar Wind" al Festival Jazz estone, "JAZZ Kaar" a Tallin, e TAARTU, Naarva, tra i musicisti in programma : Chris Potter, Becca Stevens, Al Di Meola, Charnett Moffett. Il 21 agosto Alevtina si esibirà al grande festival "Solidarity of arts " a Danzica, Polonia.

Domenico Sanna, uno dei pianisti più raffinati che abbiamo, appartiene alla più giovane delle generazioni dei jazzisti italiani ‘importanti’ cioè di quelli che fanno la differenza in quanto capaci di avanzare e di tentare di cambiare la musica stessa. La musica di Domenico Sanna è in continua evoluzione e il suo nome si fa spazio sempre di più tra i grandi, perché dalla sua parte, non c’è solo tecnica o virtuosismo, ma anche un qualche indomito desiderio di ricerca e forse più di una radice che Domenico va cercando nella musica a trecentosessanta gradi.

Pianista, compositore nasce a Gaeta il 4 Settembre 84', cresce in un ambiente molto musicale grazie ad una forte passione in famiglia. Frequenta il Teatro ed il Musical e a 6 anni prende le prime lezioni di pianoforte classico. Nel 2002 si trasferisce a Roma  per studiare jazz e dopo ben poco entra a far parte del gruppo del sassofonista Stefano Di Battista.

Vince il "Jimmy Woode Award " per due anni consecutivi "2006 - 2007"  del Tuscia in Jazz come 'miglior pianista', nello stesso anno vince il premio dedicato al pianista Luca Flores a Barga e gli viene riconosciuto un premio da "Armonia Foundation Of Arts" a Gaeta

Ha gia registrato circa 30  album di cui 5 come leader, ultimo 'Brooklyn Beat' feat Ameen Saleem, Dana Hawkins per "Jando Music  " registrato a New York, cittá che Domenico ormai da anni frequenta.

Si é esibito in alcuni tra i più importanti clubs e festival del mondo;
Sunset (Paris), Roulette Theater (New York), Blue Note (Milan) Auditorium Parco Della Musica (Rome), Taiwan Jazz Festival (Taipei), Smalls (New York), Village Music (Bruxelles), Zinc Bar (New York), Metropolitan Theater (Tokyo), Umbria Jazz (Perugia), Cleopatra's Needle (New York) Usmar Ismal Hall (Jakarta), Casa Del Jazz (Rome), Jazz Dôck (Prague) Villa Celimontana (Rome), Fat Cat ( New York) La Spezia Jazz Festival ecc.


"Domenico is a beautiful pianist. Great touch, great ideas. " Kenny Werner "

“Resto piacevolmente incantato dalla sua naturale vena creativa, dal suo riuscire a coniugare passato e presente con la disinvoltura e la leggerezza di chi ascolta tanta Musica, di chi ama la Musica più del suo strumento. " Gegè Telesforo 
GEGE MUNARI, batteria
 

24/08/2016

Roma Summer Jazz

Ore 20:30

Entrata: Via della Lungara 19

Organizza: Muovi le idee-Ottava-E' arrivato Godot

Luogo: Cortile