Una sala per Liliana Ingargiola

 

Dal due ottobre 1976 al due ottobre 2013.

Una "Sala per Liliana" alla Casa Internazionale delle Donne. 2 ottobre 2013, ore 19.00. Il due ottobre 2013, dedicando una Sala della Casa Internazionale delle Donne a Liliana Ingargiola vogliamo riannodare il “filo storico” che unisce due date importanti del movimento femminista romano: dall’occupazione del Governo Vecchio alla attuale realta’ della Casa Internazionale delle Donne. Liliana, interprete della politica femminista romana, e’ stata una delle maggiori protagoniste di quella occupazione del ’76 e combattente tenace per l’apertura della presente Casa, luogo politico, dinamico, progettuale delle donne.
 

2 ottobre 1976: una data estremamente importante per il femminismo romano, una linea di confine densa di significato tra un "prima" e un "dopo". Prima e Dopo l'occupazione del "Governo Vecchio", luogo dei tanti fermenti che in quegli anni attraversarono il mondo delle donne.
 

In quel lontano due ottobre, un piccolo gruppo del collettivo MLD (Movimento di Liberazione della Donna) occupò un palazzo a via del Governo Vecchio, 39. Si trattava di palazzo Nardini, grande spazio con tantissime stanze ricco di suggestioni che da quel momento in poi "appartenne" alle donne. Quel giorno nacque il "Governo Vecchio", diventato presto uno dei centri più importanti del femminismo italiano. Il MLD aprì lo spazio a tutto il movimento femminista romano e a tutte quelle donne che volevano uscire dalle proprie case ed incontrarsi per discutere, per rivendicare il proprio diritto ad autodeterminarsi.
 

In un'ottica di totale autogestione si organizzarono gruppi di "Self Help" sulla contraccezione , un centro contro la violenza, giornali e radio delle donne, gruppi per la raccolta delle firme contro l a violenza sessuale, convegni internazionali e cento altre iniziative . L'occupazione del Governo Vecchio, la più lunga di tutte le occupazioni di quel periodo, terminò soltanto quando le donne portarono avanti una lunga e combattuta trattativa con il Comune di Roma per ottenere una sede politica più idonea dell'ormai pericolante stabile del Governo Vecchio, il Buon Pastore, diventato poi l'attuale Casa Internazionale delle Donne.


Dopo molti rinvii (1983-1985), il 29 marzo '85 il Comune assegnò le chiavi ai dieci collettivi che avevano condotto quella difficile operazione.

 

Il 2 ottobre 2013 si vuole richiamare le due esperienze, Governo Vecchio e Casa Internazionale delle Donne (ex Buon Pastore), luogo e spazio prezioso per le donne di oggi, per dare un grande riconoscimento a LILIANA INGARGIOLA , dedicandole una Sala. In quegli anni e in quello scendere in campo si trovano le origini della Casa che raccoglie l'eredità e il successo del movimento delle donne e che quindi è profondamente "segnata" anche dalla storia personale e politica di Liliana Ingargiola. La "memoria" di Liliana, del suo giocarsi sempre in prima persona, della sua generosità' ed onesta' intellettuale e umana, è tutta dentro questa storia. Ricordarla con un gesto concreto e insieme simbolico aiuterà a ritrovare - anche a chi non ha condiviso, forse anche per età, il suo percorso umano e politico - la relazione stretta e vincolante tra ieri ed oggi, il valore e la visibilità che le donne continuano con tenacia a perseguire nel presente.

Oltre alla dedica di una Sala, vi sarà una mostra fotografica di Franca Zacchei, una proiezione di estratti del documentario "Ragazze, la vita trema" di Paola Sangiovanni, una performance teatrale con Dodi Conti e Donatella Mei, performance musicale con i Traindeville e Francesco Valori e infine letture a cura del collettivo MLD.

02/10/2013

Dal due ottobre 1976 al due ottobre 2013.

Ore 19:00

Organizza: collettivo MLD ed altre donne

Luogo: Centro congressi