NILDE E IL PRINCIPIO DI EGUAGLIANZA

La mostra nasce per la volontà condivisa con Livia Turco, presidente della Fondazione Iotti, di
usare il valore aggiunto delle arti visive per ricordare Nilde Iotti.
Un percorso progettuale che ha impegnato due amministrazioni comunali marchigiane,
Monterubbiano con la sindaca Mery Marziali e Trecastelli , con il sindaco Marco Sebastianelli.
Trecastelli è sede del museo Nori de Nobili, un vero patrimonio di opere e di percorsi di arte al
femminile e da quel luogo diciassette fotografe, una pittrice ed una giovane scultrice si sono
ritrovate per ragionare insieme su come raccontare Nilde e il suo impegno legislativo per le
donne, producendo poi le loro opere in totale libertà di espressione.
La mostra si apre con un ritratto di Nilde, opera di Maria Jannelli, pittrice formata alla accademia
di Brera e già insegnante al liceo artistico di Milano e si chiude con una scultura/nido di Aurora
Carassai , da poco laureata alla accademia di Macerata.
Il corpus complessivo più vasto è costituito dal racconto fotografico originale, assai articolato e
diverso, prodotto dalle fotografe Pia Bacchielli, Delia Biele, Lucia Bonetti, Francesca Cenciarini,
Patrizia Lo Conte, Marinella Mancinelli, Anna Mancini, Chiara Marinelli, Anna Mencaroni, Maria
Loreta Pagnani, Letizia Palazzesi, Claudia Profeta, Alessia Rinaldi , Stefania Ronchini, Simona
Sinicato, Serenella Stefani e Susan Vici. Simona Zava e Stefano Schiavoni del Museo de Nobili
hanno curato la mostra.

CASA CITTA’ APERTA luoghi, corpi, idee

h 18.00 – h 20.30
Giardino La Magnolia
INCONTRI SUI TEMI
CASA CITTA’ APERTA luoghi, corpi, idee
Il nome dell’iniziativa dà il titolo all’incontro di apertura della giornata evento promossa da Roma Capitale: FELICITTÀ Stati Generali del Patrimonio di Roma.

introduce Giulia Rodano

LUOGHI- SPAZI DI CITTADINANZA
modera Giulia Rodano
Un momento durante il quale ci racconteremo e ci confronteremo su alcuni dei temi al centro delle riflessioni e delle pratiche che nella Casa Internazionale delle Donne trovano spazio e parole. Un momento che vuole sottolineare l’importanza dell’apertura della Casa al territorio e alla comunità, della costruzione non solo delle reti ma anche dei luoghi intesi come presidi sociali, culturali, modelli di integrazioni, veri e propri spazi di vita.
Intervengono:
Susanna Loiacono, Pineta Si-cura
Alessandra Laterza, Booklet Le Torri
Simonetta Mercorelli, Social Market del progetto Santa Maradona a Bastogi
Monica Melani, Mitreo Iside – centro culturale a Corviale

CORPI – RELAZIONI
modera Angela Ronga
“Microfono aperto” per l‘ascolto, narrazione, confronto con una postura femminista ed intersezionale, sulle storie e sulle vite, sui corpi delle tante donne incontrate provenienti da paesi e culture diverse, donne iraniane, afrodiscendenti, peruviane del Mali , brasiliane italiane, capoverdiane con cui la Casa ha costruito solidarietà e mobilitazione.

Intervengono:
Parisa Nazari, iraniana e moderatrice culturale
Balkissa Maiga Mali, attrice e imprenditrice
Sonia Lima Morais, Presidente Donne Capoverdiane in Italia
Rosà Mendez, Casa internazionale delle Donne
Simona Fabiani detta Simo
Fabiana Santos
Raffaella Gianferri
Pilar Saravia, antropologa e UILP Lazio
Barbara Piccininni, Cattive Ragazze
Marta Feliciangeli, Consigliera Municipio 13
Angela Ronga, Casa internazionale delle Donne
Rita Valenzuela Rettrattista, Presidente Il tempo delle donne
Sandra Susana Tuesta Rodriguez, artista
Zahra Toufigh Asri, giurista iraniana, Associazione Donne Libere Iraniane

IDEE E CONTEMPORANEITÀ
modera Maura Cossutta
La storia della Casa continua, la prospettiva è quella della Casa Città Aperta, la Casa come Bene Comune in connessione con la rete dei luoghi delle donne, con le reti sociali in un confronto continuo con la cittadinanza sulle sfide della contemporaneità: la pace e lo scenario internazionale, la trasmissione dei saperi, le nuove generazioni e le nuove soggettività, i bisogni delle donne a partire dal lavoro e dai diritti e libertà negate.
intervengono:
Chiara Franceschini, Lucha y Siesta
Elena Mazzoni, Rete dei Numeri Pari
Patrizia Sterpetti, Presidente di WILPF Italia
Antonella Petricone, vice Presidente Casa Internazionale delle Donne
Chiara Davoli, Sociologa del lavoro
Lisa Canitano, Sportello Sociale
Maria Luisa Celani, Muovileidee Associazione Culturale

Conclusioni di Maura Cossutta, Presidente della Casa Internazionale delle Donne

18.00 – 20.00
Sala Tosi
PROIEZIONE
Mi piace vestirmi di rosso: ritratto di Alma Sabatini (documentario 2012 – 43min.)
regia di Laura Valle
Mi piace vestirmi di rosso: ritratto di Alma Sabatini è il documentario – ideato da Edda Billi, Paola Mastrangeli e Giovanna Olivieri e realizzato da Archivia e Centro Documentazione Alma Sabatini – che raccoglie testimonianze, immagini, documenti e filmati su Alma Sabatini, dalla militanza nel partito radicale e nella LID alla fondazione del Mld (Movimento di liberazione della donna), dal femminismo nel Movimento femminista romano di Via Pompeo Magno alla Commissione Nazionale per la parità fra uomo e donna che pubblicò nel 1987 il suo lavoro L’uso non sessista della lingua italiana.

Il documentario sarà proiettato alle 18.00 – alle 19.00 – alle 20.

h 18.30
VISITA GUIDATA (prenotazione obbligatoria)
Visita guidata per far conoscere lo spazio e la storia del Buon Pastore e la realtà della Casa Internazionale delle Donne. Il percorso di conoscenza e narrazione è a cura di Maria Paola Fiorensoli, Presidente Associazione Il Paese delle Donne.

La visita guidata prevede la prenotazione obbligatoria e un massimo di 20 persone.
Scrivere a segreteria@casainternazionaledelledonne.org indicando il numero e il nome delle persone partecipanti.

h 21.30
Giardino La Magnolia
PROVE APERTE
LE COEUR DONNE IN CORO
Canti popolari dal Mondo
Direzione Daniela De Angelis

h 22.00
Giardino La Magnolia
PROIEZIONE
SURROGACY UNDERGROUND (documentario ITA, 2022 – durata 70 min.)
regia di Rossella Anitori e Darel Laffaldano Di Gregorio
Una riflessione su un tema che spesso si preferisce ignorare: quello della gestazione per conto di altri.
A seguire un un incontro alla presenza di Rossella Anitori e Darel Laffaldano Di Gregorio, modera Stefania Pizzonia, Presidente Associazione Le Nove

La partecipazione alle iniziative è a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

All’interno della Casa Internazionale delle Donne è presente il ristorante, aperto anche per apericena con prenotazione 06 89510870.

Libere di scegliere?

Di fronte alle recenti vicende relative alle trascrizioni delle nascite di bambini e bambine nate all’estero grazie alla Gestazione per altrə, alle iscrizioni delle nascite avvenute in Italia da famiglia omogenitoriali e alla proposta di legge in itinere che mira a rendere la maternità surrogata reato universale, anche se praticata all’estero – il dibattito pubblico sulla Gestazione per altrə ha trovato nuovo impulso, fra temi consolidati e nuovi scenari.
Nei mondi femministi è emerso il forte bisogno di spazi di riflessione e confronto dedicati a una quesitone così complessa, che incide sui corpi e sulle vite delle donne, sui diritti di bambine e bambini, nonché di tante famiglie.
Un momento di riflessione ampio lungo i tanti fili che si intrecciano nella Gestazione per altrə, fra cui: le diverse regolamentazioni esistenti e le proposte di legge presentate nel nostro Paese; le tecniche e l’impatto sulla salute delle donne; le storie di vita e i diritti delle bambine e dei bambini; il rapporto con i corpi fra desideri, libertà e diritti; un’esplorazione del mito del materno lungo la costruzione moderna.

In questa ottica è stato pensato l’incontro “Libere di scegliere? – Femministe in ascolto sulla Gestazione per altrə”, nato da una collaborazione fra Casa internazionale delle donne; Pop, idee in movimento; Se non ora quando Torino e dal Coordinamento dei luoghi delle donne.

Programma

9.45 Introduzione e moderazione Maura Cossutta e Maddalena Vianello
10.00 – 11.00 Il quadro legislativo internazionale e le diverse formule esistenti, le proposte di legge in Italia, diritti delle bambine e dei bambini

10.00-10.15 Angelo Schillaci, professore associato di diritto pubblico comparato Università di Roma “Sapienza”

10.15-10.30 Filomena Gallo, segretaria nazionale dell’associazione Luca Coscioni
10.30-11.00 discussione

11.00-12.00 Tecniche, salute riproduttiva e i corpi delle donne
11.00-11.15 Marina Toschi, ginecologa e Società europea contraccezione
11.15-11.30 Tullia Todros, già professoressa di ginecologia e ostetricia università di Torino
11.30-12.00 discussione

12.00-13.30 Storie di vita e di attivismo
12.00-12.10 Maria Sole Giardini, consigliera generale associazione Luca Coscioni
12.10-12.20 Tommaso Giartosio, scrittore, poeta, conduttore radio
12.20-12.30 Serena Marchi, autrice e giornalista
12.30-12.40 Alessia Crocini, presidente Famiglie arcobaleno
12.40-13.30 discussione

15.00 Introduzione e moderazione Laura Onofri e Angela Ronga
15.15-16.15 I corpi tra desideri, libertà, diritti

15.15-15.30 Elisabetta Camussi, psicologa sociale Università Bicocca Milano
15.30-15.45 Giorgia Serughetti, filosofa politica Università Bicocca Milano
15.45 – 16.15 discussione

16.15-17.45 Il mito del materno
16.15-16.30 Maria Luisa Boccia, presidente Crs
16.30-16.45 Manuela Fraire, femminista e psicoanalista
16.45-17.45 discussione

17.45-18.00 Conclusioni

Prospettive Ecofemministe per la Rigenerazione Ecologica

Dibattito

Prospettive Ecofemministe
per la Rigenerazione Ecologica

Con:
Vandana Shiva, Navdanya International.
Caterina Batello, esperta di agroecologia, Associazione Italiana di Agroecologia (AIDA).
Samantha Caldato, Ammar Seeds, Brasile
Marica di Pierri, Associazione A Sud
Emma Siliprandi, Esperta di Femminismo e Agroecologia
Proiezione del nuovo video Voices of Diversity, prodotto da Navdanya International

Si raccomanda di registrarsi inviando una email a info@navdanyainternational.org

Livestream sulla Pagina Facebook di Navdanya International

NON PER NOI MA PER TUTTE E TUTTI

La Rete dei Numeri Pari promuove per il 22 aprile un’assemblea nazionale presso la Casa Internazionale delle Donne per un confronto tra associazioni, movimenti e forze politiche che hanno sottoscritto i punti dell’Agenda Sociale.

Salario Minimo, Reddito di Cittadinanza, Diritto all’Abitare, Accoglienza, No all’Autonomia Differenziata, Lotta alle mafie, Riconversione ecologica ad alta intensità di lavoro. Coprogrammazione e Coprogettazione come metodo per decidere e favorire una maggiore partecipazione dei cittadini e delle comunità sulle scelte legate agli investimenti del PNRR. Sono queste le proposte dell’Agenda Sociale sottoscritte da più di 700 realtà per rimettere al centro la lotta per sconfiggere disuguaglianze ed esclusione sociale.

Interverranno: Gaetano Azzariti – Salviamo la Costituzione; Tina Balì – FLAI-CGIL; Alice Basaglini – Baobab Experience; Marina Boscaino, Comitati per il ritiro di ogni autonomia differenziata; Don Angelo Cassano – Parrocchia San Sabino; Maura Cossutta – Casa Internazionale delle Donne; Walter De Cesaris – Unione Inquilini; Giuseppe De Marzo – Libera; Mischa Maslennikov – Oxfam Italia; Barbara Tibaldi – FIOM-CGIL; Giuseppe Conte, Francesco Silvestri e Alessandra Maiorino – Movimento 5 Stelle; Elly Schlein, Marco Furfaro e Marta Bonafoni – Partito Democratico; Nicola Fratoianni – Sinistra Italiana; Luigi De Magistris e Maurizio Acerbo – Unione Popolare;

Tutte le informazioni e i materiali sono scaricabili dal link: http://www.numeripari.org/wp-content/uploads/2023/03/7-punti.png

Ufficio stampa
info@numeripari.org
Sito: https://www.numeripari.org/
Tel: 347 3935956

La Casa fa scuola

Esperienze di prevenzione contro gli stereotipi di genere in classe.

Sei un’associazione o insegnante che realizza progetti sugli stereotipi di genere nelle scuole? Partecipa!

Scambio di esperienze tra le associazioni e le istituzioni sull’educazione alla parità di genere nelle scuole.
Organizzato dalla Casa Internazionale delle Donne con la Presidente del I Municipio LORENZA BONACCORSI, l’Assessora alla scuola CLAUDIA PRATELLI, l’Assessora alla cultura, politiche educative, giovanili e sport GIULIA SILVIA GHIA.

Ingresso consentito ESCLUSIVAMENTE ai possessori di super green-pass e mascherina ffp2

DARWIN DAY 2022 Guida Galattica per menti libere

Nel mese di febbraio scienziate e scienziati, nonché persone laiche di tutto il mondo festeggiano il Darwin Day. Si festeggia così l’anniversario della nascita del naturalista inglese che si oppose, con i suoi studi, alla credenza che gli esseri viventi non evolvessero e fossero creati da un ente supremo.


Anche l’Uaar celebra la nascita di Darwin e l’impresa scientifica condotta attraverso i valori del razionalismo e della laicità, e lo fa con un evento divulgativo di carattere scientifico.


Nell’edizione del 2022, in occasione del centenario della nascita della celeberrima astronoma Margherita Hack, l’evento organizzato dal Circolo Uaar di Roma è dedicato ai pianeti, alle stelle e alle galassie. O meglio, come scopriremo, all’imperfezione cosmica e alle fluttuazioni del caso: coincidenze grazie alle quali esiste tutto ciò che vediamo, e anche ciò che non vediamo.

L’evento “Guida Galattica per menti libere” si terrà in collaborazione con Essere Donna, l’associazione impegnata nella salute al femminile che svolge attività di solidarietà e utilità sociale presso la Casa Internazionale delle Donne. Proprio in questa sede, presso la sala Simonetta Tosi, si terrà il dibattito “Guida Galattica per menti libere”, moderato dalla Coordinatrice del Circolo Uaar di Roma Irene Tartaglia.


Ospite esclusiva dell’evento sarà Edwige Pezzulli, astrofisica, divulgatrice scientifica e documentarista, autrice e conduttrice alla trasmissione Superquark+ e fondatrice della comunità WeSTEM.
Con la dottoressa Pezzulli esploreremo le galassie e impareremo cosa sono i buchi neri, ma parleremo anche di scienza come costrutto umano e, come tale, influenzato dai tempi e dalle loro culture.


Il dibattito si chiuderà con domande da parte del pubblico.

Prenotazione all’indirizzo e-mail roma@uaar.it

Ingresso consentito ESCLUSIVAMENTE ai possessori di super green-pass e mascherina ffp2