Feminism4: Quando le donne suonavano i tamburi

in diretta sui canali social di Feminism – Fiera dell’Editoria delle Donne verrà trasmessa la presentazione di “Quando le donne suonavano i tamburi” di Layne Redmond (Venexia). Intervengono le traduttrici del libro, associazione Arcitavolatonda e TrizziriDonna di Palermo, Luciana Percovich e Chiara Orlandini.

Feminism4: Corpi in rivolta

in diretta sui canali social di Feminism – Fiera dell’Editoria delle Donne verrà trasmessa la presentazione di “Corpi in rivolta. Maria Klonaris e Katerina Thomadaki tra cinema espanso e femminismo” di Giulia Simi (ETS). Con l’autrice interviene Raffaella Perna.

Feminism4: L’età segreta.

Presentazione di “L’età segreta” di Eugenia Rico (Elliot Edizioni). Con l’autrice dialoga Stefania Massari.

Feminism4: La via di Laura Conte

In diretta sui canali social di Feminism – Fiera dell’Editoria delle Donne verrà trasmessa la presentazione di “La via di Laura Conti. Politica, scienza e cultura al servizio della democrazia” (Enciclopedia delle Donne). Con l’autrice Valeria Fieramonte dialoga Elena Gagliasso.

Feminism4: La sanità che vogliamo


In diretta sui canali social di Feminism – Fiera dell’Editoria delle Donne verrà trasmessa la presentazione di “La sanità che vogliamo. Le cure orientate alle donne” (Moretti&Vitali). Intervengono la curatrice del volume Sandra Morano e Annarosa Buttarelli, direttrice della collana editoriale.

Feminism4: L’unica persona nera nella stanza

In diretta sui canali social di Feminism – Fiera dell’Editoria delle Donne verrà trasmessa la presentazione di “L’unica persona nera nella stanza” di Nadeesha Uyangoda (66THAND2ND). Con l’autrice Nadeesha Uyangoda interviene in presentazione Anna Momigliano, giornalista del New York Times.

L’acqua del lago non è mai dolce di Giulia Caminito.

Giulia Caminito presenta il suo ultimo libro L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani), ne parla con Eleonora Cutrufelli ed Eleonora Danco ne leggerà alcune pagine.

L’evento è in collaborazione con il Centro di documentazione Alma Sabbatini, associazione della Casa Internazionale.

L’incontro potrà essere seguito sulla piattaforma Zoom cliccando sul bottone in fondo oppure in diretta sulla pagina facebook @casaintdelledonneroma.

Una ragazza dai capelli rossi, un lago che sembra inghiottire una speranza. Un romanzo sulla giovinezza cattiva che tutti abbiamo sfiorato, sul bene che ancora è possibile salvare.

I libri sono la sua grande ossessione, perché in casa, soprattutto da quando mio padre è a letto o sulla sedia, e noi non abbiamo la televisione ma solo una radio, l’unico passatempo è la lettura, e visto che il posto e i soldi per i nostri libri non ci sono, noi usiamo i libri di tutti e devono essere per noi reliquie, vengono tenuti ben impilati, mia madre ha segnate tutte le date in cui dobbiamo riconsegnarli e ci tampina per finirli in tempo, controlla che non li abbiamo macchiati o sgualciti e se accade ci trascina in biblioteca a chiedere scusa alla bibliotecaria e agli altri bambini e poi li ripaga, anche se loro dicono che non c’è bisogno lei risponde: C’è bisogno, eccome.
Quando mi azzardo a farle notare che le cose di tutti è come se non fossero di nessuno, lei mi risponde: Levati ora questa idea dalla testa o diventerai una donna cattiva.
Odore di alghe e sabbia, di piume bagnate. È un antico cratere, ora pieno d’acqua: sulle rive del lago di Bracciano approda, in fuga dall’indifferenza di Roma, la famiglia di Antonia, madre coraggiosa con un marito disabile e quattro figli. Antonia è onestissima e feroce, crede nel bene comune eppure vuole insegnare alla sua figlia femmina a non aspettarsi nulla dagli altri. E Gaia impara: a non lamentarsi, a tuffarsi nel lago anche se le correnti tirano verso il fondo, a leggere libri e non guardare la tv, a nascondere il telefonino in una scatola da scarpe e l’infelicità dove nessuno può vederla. Ma poi, quando l’acqua del lago sembra più dolce e luminosa, dalle mani di questa ragazzina scaturisce una forza imprevedibile. Di fronte a un torto, Gaia reagisce con violenza, consuma la sua vendetta con la determinazione di una divinità muta. La sua voce ci accompagna lungo una giovinezza che sfiora il dramma e il sogno, pone domande graffianti. Le sue amiche, gli amori, il suo sguardo di sfida sono destinati a rimanere nel nostro cuore come il presepe misterioso sul fondo del lago.

Questo è il romanzo di due grandi protagoniste , fiele e dolenti. Antonia e il suo coraggio, Antonia e le sue mani segnate dai detersivi, Antonia che non butta via niente, Antonia che alza la voce di fronte a ogni ingiustizia. Gaia e la sua amica Iris, Gaia che succhia un Calippo ma non sorride, Gaia che sa fare male, Gaia che corre in motorino nella notte, verso un futuro che nessuno può vedere.

Giulia Caminito
È nata a Roma nel 1988 ed è laureata in Filosofia politica. Ha esordito con il romanzo La Grande A (Giunti 2016, Premio Bagutta opera prima, Premio Berto e Premio Brancati giovani), seguito nel 2018 da Un giorno verrà (Bompiani, Premio Fiesole Under 40).
ROMANZO BOMPIANI
Pagine 288
In libreria dal 13 gennaio 2021
Prezzo 17,00 €

L’Atlante delle Donne

La Casa Internazionale delle Donne, Il Giardino dei Ciliegi, L’Associazione Evelina de Magistris incontrano la geografa statunitense Joni Seager, autrice del libro L’Atlante delle donne (ADD Editore 2020), una straordinaria mappatura del mondo e della vita sul pianeta Terra, dal punto di vista degli esseri umani di sesso femminile.
Intervengono:
Liana Borghi – Giardino dei Ciliegi
Rachele Borghi – Geografa Università della Sorbona
Elisa Coco – Comunicattive
Letizia del Bubba – Associazione Evelina de Magistris
Pamela Marelli – Storica
Maria Nadotti – Giornalista e saggista
Bianca Pomeranzi – Femminista transnazionale
Traduzione in consecutiva di Marina Astrologo, che ringraziamo.

Partecipa all’evento tramite il link a zoom (ID riunione: 822 5862 3173; Passcode: 156294), oppure segui l’incontro in diretta Facebbok.