La Rete non ci salverà

La Rete non ci salverà è il libro di Lilia Giugni, edito da Longanesi, che
descrive come il mondo del web, inserito in sistemi liberisti, capitalisti e
patriarcali, possa diventare una trappola per molte ragazze e donne. Avremo
modo di apprezzare questo importante contributo con le parole della stessa
autrice e l’intervento iniziale della Presidente di Differenza Donna Elisa Ercoli.
Vi aspettiamo il 7 marzo alle ore 17.00 alla Casa Internazionale delle Donne,
Sala Simonetta Tosi.

Il Dono nel cuore del linguaggio

Dialoghi intorno al libro di Genevieve Vaughan Il Dono nel cuore del linguaggio. L’origine materna del significato, per parlare insieme del paradigma del dono per un cambiamento sociale radicale

Robin MorganIl dono nel cuore del linguaggio di Genevieve Vaughan indica una comprensione profonda del nucleo della filosofia femminista. È un’opera intellettualmente ed emotivamente stimolante che arricchisce, e di fatto definisce, la politica sottostante a ciò che passa per discorso politico. Un libro davvero importante.”
Vandana Shiva: “Per decenni Genevieve Vaughan ha reso visibile l’economia del dono, mostrando come essa sia l’economia reale che sostiene la vita, la società e perfino il mercato. Il dono nel cuore del linguaggio ci permette di percepire i significati che sono nascosti nelle parole, di riconoscere i mutamenti che in esse avvengono sotto il controllo del patriarcato capitalista e del suo dominio costruito sul denaro e il mercato. Attraverso questo libro, Vaughan ci mostra il percorso che porta alla nostra liberazione, la liberazione del linguaggio e della comunicazione e la liberazione della vita.”
Chang Pilwha, Chair of Gender Studies in Ewha University, Seoul “Vaughan si occupa della natura del linguaggio stesso, alla cui base, afferma l’autrice, ci sono il dono/l’accudimento materno/le cure materne ricevute. Quel linguaggio è l’offerta e la ricezione di doni verbali in abbondanza ed è l’atto del donare a costituirci come essere umani e a creare relazioni umane”.
Heide Goettner-Abendroth: “Con questo libro, l’autrice aggiunge alla propria teoria del dono materiale il suo aspetto immateriale, ovvero il dono verbale come base di ogni comunità umana. Un testo esaustivo per ampiezza e profondità di idee, un punto di vista rivoluzionario.”

Insieme all’autrice ne parleranno: Daniela Degan, Francesca Colombini, Francesca Lulli, Maya Vassallo

Il metodo biografico

Presentazione del libro Il metodo biografico come formazione, cura, filosofia, di Romano Màdera.

Intervengono con l’autore:
Benedetta Silj, Alice Venditti, Barbara Massimilla, Stefania Portaccio, Maria Giovanna Mazzone, Andrea Anastasio, Susanna Carbone, Stefano Carta

Descrizione:
Ogni biografia è intrisa dei grandi racconti di senso, dei miti, spesso inconsapevoli, che l’esperienza di una vita pensata mette di nuovo alla prova. Farne un metodo significa cercare di prendersi sul serio. E invitare altri a una formazione e a una cura che non considerino niente di ciò che è umano estraneo a nessun individuo.

AVRAI, NON AVRAI

ACCOGLIERE – PRESENTAZIONE LIBRO “AVRAI, NON AVRAI” – ore 17:50

Programma:

  • 16:30 ingresso e proiezione Doc ‘‘Porrajmos” (50’’)
  • 17:40 ingresso presentazione libro
  • 17:50 Presentazione “Avrai, non avrai’’
  • 19:00 saluti finali

Breve Descrizione

Un pomeriggio per “ACCOGLIERE”, noi stessi e gli altri. L’autrice Silvia Costa e Pushpavadhani Manickam protagonista del libro presentano il romanzo biografico “Avrai, non avrai”.

Intervengono:

  • Salvatore Fachile dello Studio legale Antartide (avvocato e consulente giuridico, sul diritto di asilo, tratta di esseri umani, minori stranieri non accompagnati, antidiscriminazione)
  • Susanna Marietti coordinatrice nazionale di Associazione Antigone.
  • Roberto Monteforte giornalista e volontario a Rebibbia.

Letture: Cristina Gasperin e Nicoletta Di Napoli di “Liscìa”

L’autrice Silvia Costa ha trasposto in uno straordinario racconto biografico la storia di una donna Tamil nata nello Sri Lanka. Silvia ha conosciuto Pushpa durante l’esperienza di volontariato in carcere. Doveva ospitarla per una notte, l’ha accolta in casa per dieci anni.
Un’esperienza unica di accoglienza e solidarietà umana per l’autrice, per la protagonista del libro e per tanti altri che, in momenti di gravissime difficoltà, hanno compiuto gesti di solidarietà fuori dal comune.

La presentazione del libro sarà anticipata dalla proiezione di
“Porrajmos”
(durata 50’’ – Pigreco Documentary)
con Moni Ovadia, il primo violino Ion Stanescu e la Stage Orchestra
M. Ovadia: “… la vita nasce quando accogliamo l’altro…”

L’amore poderoso

Presentazione del libro di Oria Gargano L’amore poderoso. Il romanzo di Leandro e Linda.
La storia assomiglia molto alla vita, una di quelle vite straordinarie, eppure mai raccontate, in bilico tra saga familiare e contesto politico. Vite che hanno fatto del passaggio tra gli anni Trenta, in pieno Fascismo, e il dopoguerra un periodo straordinario, irripetibile.
Una storia, quella che ci racconta Oria Gargano con una scrittura che scoppietta e galoppa in un andirivieni tra la provincia abruzzese e la Capitale, il Duce e il Fascismo, che coglie Linda ancora ragazzina e spaesata per l’imminente cambiamento della sua vita. Niente andrà come si aspetta il tronfio capofamiglia Odolindo, la Storia si orienterà in un altro verso. E, contro ogni pronostico, Linda incontrerà Leandro, esponente di quell’altro mondo possibile che dall’Abruzzo sembrava impensabile. Un amore “poderoso”, appunto, che non finisce anche quando sembra finito.
A chiusura dell’evento, l’autrice potrà firmare delle copie che saranno anche disponibili per la vendita.

Oria Gargano è la fondatrice e l’attuale presidente di Be¬Free, Cooperativa Sociale contro tratta, violenza, discriminazioni. Esperta italiana presso l’Observatory of Violence Against Women dell’European Women Lobby (Bruxelles), si occupa da molti anni di sostegno alle donne vittime di violenza e di tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento. È stata la responsabile di centri di antiviolenza nel territorio di Roma. Autrice di diversi libri e saggi sul tema della violenza di genere e il traffico di esseri umani a scopo di sfruttamento, tra i quali Seduzioni d’amore. Per una narrazione non convenzionale della violenza contro le donne (Sapere solidale, 2013).

A occidente del futuro

Attraverso stralci della vita di Eva, madre single, e Arianna sua figlia senza un padre, Il romanzo “A occidente del futuro” percorre un lungo tempo che da un passato prossimo si prolunga verso un futuro probabile. Frammenti di vita che potrebbero essere quello di molti: il lavoro, la scuola, la casa, gli amici, le vacanze, il dolore. Ma nella loro quotidianità entra anche la politica, vissuta in tempi e in modi diversi: l’una che si batte per la legalità e i diritti, l’altra per il lavoro e l’ecologia, ma pur sempre intrecciando la politica con l’amicizia.
Poi, però, la natura si ribella e il tempo del futuro sembra annullarsi. Senza la speranza la violenza e le difficoltà sembrano insuperabili. Anche se, però, la vita continua e porta con sé sempre qualcosa di nuovo…

LE VACANZE ROMANE DEL CINGHIALINO DI FIRENZE

Un evento per grandi e piccini!
Indira Yakovenko, autrice e illustratrice ucraina, appassionata di viaggi e di Roma, vi presenterà la sua ultima creazione: il LIBRO per tutta la famiglia “LE VACANZE ROMANE DEL CINGHIALINO DI FIRENZE”. Questo libro è una favola ma anche una guida turistica e culturale di Roma per (ri)scoprire i suoi animali storici e tante meraviglie nascoste in un modo originale seguendo il piccolo cinghiale Dante di Firenze, il protagonista della storia, passo dopo passo.
È il frutto di un lavoro di un anno, una nuova interpretazione artistica di Roma e il punto di vista di una autrice “straniera”. È un percorso nel tempo che tocca la storia, l’arte e la letteratura italiana. In questo libro si parla anche della cucina romana: venite a scoprire cosa ci assaggiano i protagonisti!
Cosa imparerete?
• Come nasce l’idea di un libro.
• Chi è il cinghialino di Firenze?
• Perché la storia si tiene a Roma e chi accompagnerà Dante nei suoi luoghi più significativi.
• Come si creano le illustrazioni per un libro?
• Come si fa un libro?
• Si può fare lo stesso percorso insieme al cinghialino?
• Cosa ha trovato Dante alla fine della storia?
Cosa vedrete?
• Le illustrazioni originali e un piccolo video sulla creazione del libro. Indira ha disegnato tutti i paesaggi del libro dal vero con acquerello, guazzo e tecnica mista. Troverete dunque le illustrazioni coloratissime, piene di vita e di movimento.
Cosa farete?
• Un piccolo disegno del vostro animale di Roma preferito insieme ai vostri figli.
In esclusiva, alla fine della presentazione, il FIRMACOPIE DEL LIBRO “Le vacanze romane del cinghialino di Firenze”!
L’EVENTO è GRATUITO, per prenotarsi basta mandare una mail a: illustratorindi@gmail.com

NINA

La compagnia FARteatro, in collaborazione con ChiPiùNeArt Edizioni, presenta il testo teatrale “Nina”, edito nella collana Le Nebulose, dedicata al teatro. Il testo è stato vincitore del premio Artigogolo 2021 nella sezione drammaturghi esordienti, ha ricevuto inoltre una menzione d’onore della giuria al Premio Letterario Teatro Aurelio 2022 e la poesia “La canzone di Nina”, contenuta nel prologo dello spettacolo, è stata inoltre finalista del concorso annuale di ammissione all’Accademia Romanesca.

La presentazione del libro, sarà accompagnata da letture e performance da parte di Federica Flavoni, l’attrice che interpreta Nina e Roberta Fornari, la musicista della compagnia, che eseguirà alla chitarra alcuni brani della tradizione popolare romanesca e di Gabriella Ferri, contenuti nello spettacolo.
Intervengono l’autrice Fabiana Dantinelli e l’editore Adele Costanzo. Durante l’evento si parlerà del progetto Nina, dedicato alla storia di una giovane donna del dopoguerra, immersa in un mondo di ignoranza e violenza, la quale compie un viaggio onirico, estremo, ma in qualche modo liberatore, verso un’emancipazione dolorosissima e fuori dagli schemi.

A chiusura dell’evento, l’autrice potrà firmare delle copie che saranno anche disponibili per la vendita.
FARteatro offrirà inoltre un piccolo buffet presso il Bistrot La luna e l’altra a partire dalle ore 18.00.

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-presentazione-monografia-teatrale-nina-431667026697?aff=ebdssbdestsearch&lang=it-it&status=30&locale=it_IT&keep_tld=1&view=listing

Un secolo, due movimenti

“Comunismo e femminismo: c’è contiguità tra due movimenti che hanno segnato più profondamente il Novecento?

A partire da questa domanda, Rossana Rossanda, fondatrice de “il Manifesto”, affronta teorie e percorsi storici che hanno influenzato gran parte della sua vita, tracciando anche un bilancio di una generazione politica, rivolgendosi a quelle più giovani con il linguaggio diretto del racconto giornalistico”.

Missione parità

Sofia e Leone sono amici per la pelle. Non importa se Sofia è energica e determinata quanto Leone è pacato e timido: insieme possono fare qualsiasi cosa, perché sanno che le differenze tra loro sono una ricchezza. La loro amicizia è nata grazie alla passione comune per il calcio: non c’è niente che li renda più felici di vestire la maglia della Libertas, la loro squadra del cuore. Bastano un prato, un pallone e via: iniziano a correre e a ridere come matti! Eppure c’è qualcuno a cui proprio non va giù che femmine e maschi facciano squadra. Così, quando viene esclusa dal ruolo di vice-allenatore, Sofia decide che non ci sta. Non vuole che il suo sogno le venga precluso solo perché è una «femmina». Decide allora di tornare alla casetta del book-crossing dove si trova il libro magico grazie al quale lei e Leone erano riusciti a tornare nel 1946 e a salvare la Costituzione. Sofia sente che, anche questa volta, il libro ha tutte le risposte che cerca. Insieme a Leone, viaggerà ancora una volta nel tempo e incontrerà Rita Levi-Montalcini. I due amici capiranno così che non esistono lavori da femmina o da maschio e che niente può impedire a Sofia, e a noi tutti, di realizzare i propri sogni.

Maria Scoglio e Cristina Sivieri Tagliabue hanno creato due personaggi speciali con cui i piccoli lettori sanno identificarsi. Nella loro prima avventura, Missione Democrazia, Sofia e Leone ci hanno insegnato i principi cardine della Repubblica italiana. In queste pagine ci portano invece al cuore dei diritti civili e di parità di genere, fondamentali per crescere una nuova generazione attenta all’altro.

FIN DOVE GIUNGE IL CANTO DELL’IPERBOREO

LA POESIA DI NICOLA FERUGLIO VOLA VERSO I PAESI ARABI

La raccolta poetica “Fin dove giunge il canto dell’iperboreo” di Nicola Feruglio (già edita per la Aletti nel 2021) è stata ripubblicata nella collana Altre Frontiere (Aletti Editore), con testo a fronte ITALIANO-ARABO; a curarne la traduzione è stato HAFEZ HAIDAR, poeta, accademico emerito, già docente presso l’Università di Pavia, tra i più importanti traduttori dall’arabo in italiano del grande poeta Khalil Gibran e de’ “Le mille e una notte”.

Il Libro:

“Fin dove giunge il canto dell’iperboreo” è un libro ispirato alle tradizioni sciamaniche iperboree, dalle cui viscere sorse la filosofia greca; testo nel quale la ricerca di una mistica immediatezza coinvolge molteplici questioni antropologiche e biografiche, divenendo un coraggioso esercizio di poeticizzazione della vita.

“Il mitico canto a cui il poeta fa riferimento ci permette di scorgere un nuovo spiraglio di luce verso un mondo sconosciuto, ma al contempo basilare per l’umanità intera, visto che proprio in quel contesto sono stati piantati i semi del sapere, della filosofia, della dialettica e della retorica, che sono poi sbocciati nell’antica Grecia …”

(tratto dalla prefazione di Hafez Haidar)

Il testo di Feruglio scava nell’interiorità umana attraverso un’articolata ricerca antropologica fino alle radici iperboree e sciamaniche dell’occidente. Inseguendo un “canto” che ogni uomo può riconoscere, Feruglio intesse uno spazio poetico che genera continue correlazioni tra luoghi, tradizioni culturali, dimensioni della vita, fenomeni estatici e fatti storici.

“Come un incantesimo che include ogni cosa nominata, la voce senza sforzo transustanzia!” (Fin dove giunge il canto dell’iperboreo).

*Il testo bilingue prevede sia il formato cartaceo che l’e-book.

L’autore:

Nicola Feruglio nato a Como nel 1972 e residente a Roma. Fondatore e presidente dal 2008 dell’Associazione Antropologia Terzo Millennio (A. T. M.). Nel 2015 pubblica il saggio filosofico “L’energetismo segreto della vita”, edito in Italia dalla BookSprint Edizioni, e nel 2016 in Argentina, dalla rivista di relazioni internazionali Reconciliando Mundos. Nel 2017, sempre per la BookSprint, pubblica il racconto “Un senatore in entanglement” (menzione d’onore al XII Premio Letterario Internazionale “Voci Città di Abano Terme 2017”) e il saggio “Cosmoempatia”. Partecipa alla quindicesima edizione della collana di poesia “Ispirazioni” (2017) e alla collana poetica “Colori 72” (2018), entrambe a cura della casa editrice Pagine. Sempre nel 2018 la casa editrice argentina Dunken ripubblica il suo primo saggio, “L’energetismo segreto della vita” in lingua spagnola. Con il racconto “L’uomo nuovo sarà Mapuche” viene premiato alla VII Edizione del Premio Nazionale Letteratura Italiana Contemporanea 2019. Nel 2019 pubblica la sua prima raccolta poetica dal titolo “Dimensioni aurorali” a cura della Aletti Editore, premiata con una segnalazione al Premio Nazionale di Poesia “Il sentiero dell’anima” XVII Edizione 2021. Nel 2021 pubblica l’antologia poetica “Fin dove giunge il canto dell’iperboreo” per la Aletti Editore con la prefazione di Hafez Haidar.

La prima presentazione

Il testo verrà presentato per la prima volta a Roma, Martedì 20 settembre 2022 alle ore 20.30 presso la CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE (Via della Lungara, 19, 00165 Roma.

Interverranno:

Maria Cecilia Benac (saggista e fondatrice di Reconciliando Mundos)

Pierfrancesco Galeri (attore e regista)

Nicola Feruglio (autore del libro)

modera Giuseppe D’Agostino
Ingresso gratuito

Per Informazioni: pierasalvatori47@gmail.com

Tel. 335 75 19 601
Piera Salvatori (Ufficio Stampa)


LaCasaChiama

Le altre

Presentazione del volume Le altre di Rossana Rossanda
Ne parliamo con Lidia Campagnano, Manuela Fraire, Alessandra Pigliaru, coordina Maria Palazzesi.


Dal novembre 1979 al febbraio 1980, tutti i martedì alle 10, Rossana Rossanda parla dai microfoni di Radiotre “non senza affanno e con molte incertezze” affrontando in una “avventurosa partita” il rapporto tra donne e politica, ed il suo con “le altre” e con il movimento femminista. L’accompagna per tutta la durata della trasmissione Lidia Campagnano, spalla/mente, per essere dentro al mondo della politica dei partiti così come del femminismo.
Cosa trarre oggi dalla lettura del volume che ci consegna la trascrizione di questo lavoro? Molto. In osservazioni, spunti, letture. E un insegnamento da riprendere e far fruttificare.

A volte sogniamo di essere libere

Il lavoro forzato alla Siemens nel lager femminile di Ravensbrück a cura di Raul Calzoni e Ambra Laurenzi Franco Angeli Editore, 2019 Edizione italiana di Zwangsarbeit für Siemens im Frauenkonzentrationlager Ravensbrück pubblicato in Germania nel 2017.
Dall’agosto del 1942 all’aprile del 1945 la Siemens & Halske ha prodotto materiale bellico nella fabbrica costruita nelle adiacenze del campo di concentramento femminile di Ravensbrück, dove le internate furono costrette al lavoro forzato.
La storia della produzione Siemens, tratta da documenti di archivio, si alterna alle testimonianze delle sopravvissute in un affresco da cui affiorano la violenza del sistema concentrazionario e le motivazioni economiche della deportazione ma anche le forme di resistenza e di sopravvivenza messe in atto dalle deportate.

PARLIAMOCI, PARLIAMONE

Incontro tra le protagoniste del Progetto Smile

Donne, giovani e meno giovani, in alcuni casi ancora bambine, le protagoniste del Progetto Smile. Molte colpite da una malattia feroce che le costringe non solo a una lunga terapia, ma anche a subire l’umiliazione di non riconoscersi più nello specchio. Altre, tante, coloro che manifestano la propria solidarietà in maniera concreta, l’unica possibile al di là delle cure mediche: donare i capelli per rendere possibile non rinunciare a una parte di sé.
Saranno loro le protagoniste dell’incontro, raccontando le proprie storie, le motivazioni, l’emozione di ricevere un dono inaspettato e quella di donare.

Nel corso dell’incontro, sarà presentato il libro UN TAGLIO NETTO – Il dono dei capelli (Harpo editore, 2022) scritto a quattro mani da Giusy Giambertone (Fondazione Prometeus) e Paola Napoleone (psicologa clinica).

L’evento è organizzato dalla Fondazione Prometeus e da Harpo editore in collaborazione con la Casa Internazionale delle Donne

Si prega di confermare la partecipazione all’indirizzo mail redazione@harpoeditore.it entro il 15 giugno

Tre metri Quadri

Presentazione del libro: “Tre metri quadri”, scritto da Alessandro Capriccioli a seguito di 4 anni di visite ispettive nelle carceri del Lazio in qualità di consigliere regionale. Una serata in cui si parlerà di pena, di detenzione, di disagio, di povertà e di tutto ciò che non è visibile all’esterno delle mura dei penitenziari; ma si parlerà anche di tutti noi e del modo in cui ciò che “sta dentro” incida sulle nostre vite anche se sembra una questione lontana di cui, forse, non vale neanche la pena occuparsi.
Interverranno l’autore Alessandro Capriccioli, Luigi Manconi, Lucrezia Fortuna e Maria Brucale.

Donne che innovano

Introduce Flavia Zucco, Associazione Donne e Scienza.

Presenta Giada Palma, autrice

(ingresso libero con Ffp2)

SINOSSI del libro: DONNE CHE INNOVANO

Donne che innovano è il racconto corale di venti imprenditrici, la cui vita e attività sono esempi di dedizione, resilienza e forza. Se gran parte di loro sono scienziate, altre utilizzano semplicemente il potenziale offerto dalla tecnologia per generare un impatto a livello globale, contribuendo attivamente a disegnare il nostro futuro.

Questo libro dà voce al coraggio e alla passione per ispirare gli imprenditori di oggi e di domani. Ad animarlo sono le storie di innovatrici straordinarie, che giorno dopo giorno avanzano nel loro ambito, creando nuove tecnologie o sperimentando modelli di business più sostenibili.

BIO autrice: GIADA PALMA

Giada Palma è nata a Zevio (VR) nel 1988. Ha studiato giurisprudenza e matematica e attualmente vive in Veneto. Da sempre coltiva la sua passione per l’innovazione, i modelli economici alternativi e il ruolo dell’impresa nel tessuto sociale.

Donne che innovano è il suo primo libro, attualmente in corso di pubblicazione anche in inglese.

DATI TECNICI LIBRO

pagine: 256

prezzo: 28,90 €

colori su carta opaca 104gr

copertina morbida

data di uscita: 1 marzo 2021

ISBN: 979-12-200-8087-3

SOCIAL

IG: @donnecheinnovano

FB: @donnecheinnovano

Sito web: https://www.giadapalma.com/

Diritti e cattiva giurisdizione

Interverranno al dibattito: Fiammetta Modena, Francesco Tagliaferri, Corrado Mazzucca, Rita Iorio, Catello Vitiello, Veronica Giannone, Rita Ferri.
Una parte conclusiva sarà dedicata al tema della violenza istituzionalizzata intesa come conseguenza della irresponsabilità de facto, con la presenza interlocutoria di Michela Nacca, Simona D’Aquilio, Laura Massaro e Bruna Rucci.

Ingresso consentito ESCLUSIVAMENTE ai possessori di super green-pass e mascherina ffp2

Talking to the girls: donne, migrazioni, lavoro

25 marzo 1911: New York: scoppia un incendio nella fabbrica della Triangle; muoiono 146
persone, in gran parte immigrate italiane. Un avvenimento a cui, secondo alcune fonti storiche, si
può far risalire la celebrazione dell’8 marzo. Dopo questa tragedia, l’America non sarà più la stessa: comincia la stagione delle conquiste sindacali e delle grandi riforme sociali (New Deal).

25 marzo 2022: Presentazione del libro Talking to the girls a cura Edvige Giunta e Mary Anne Trasciatti
(New Village Press, 22/3/2022). Un libro che parla del lavoro femminile di ieri e di oggi, della sicurezza sul lavoro, dell’immigrazione.
Ne parleremo con l’autrice, Edvige Giunta, con Anna Maria Crispino e Gisella Modica.
Coordina Maria Rosa Cutrufelli.
Sarà possibile seguire l’incontro in streaming sulla pagina facebbok della Casa Internazionale delle Donne.

L’altra altra metà del cielo

A partire dalle storie raccontate da Maria Laura Annibali nel libro/docufilm “L’altra altra metà del cielo” il Forum per il Diritto alla Salute e Medicina Demcratica insieme alla Cooperativa BeFree e al Di’ Gay Project rifletteranno su quanto ancora le persone lgbtqi+ siano escluse e discriminate nell’accesso alle cure del Servizio Sanitario Nazionale e su quanto ancora non è loro tutelato pienamente il diritto alla salute.

Ingresso consentito ESCLUSIVAMENTE ai possessori di super green-pass e mascherina ffp2

Il Circolo della M

Nel 1946 un omicidio scuote una comunità tra Torgiano e Deruta. Eva, sacerdotessa dedicata al culto della Luna, scopre l’assassino usando la sua Arte che agisce sul mondo visibile e invisibile. Le campane, la campagna, il grano, il sangue ed una bottega di stoffe sono la scenografia dove Eva raccoglie gli insegnamenti di Chiara, la sua maestra, che si nasconde in Umbria per sfuggire alla condanna a morte decretata dalla grande Loggia di Iside. La galoppata dal 1853 al 1932 di Chiara è una lunga lettera d’amore dove i personaggi femminili non si risparmiano e si sacrificano alla verità. Il Circolo della M è il circolo delle Donne che amano le Donne perché coppe che contengono il tutto, è il circolo dove le Donne urlano il loro libero pensiero, dove trovano il coraggio di fermare la violenza e dove pregano la
Luna perché il tutto si manifesti senza freni. Matrix, Madre, Magia, Maestra, Misteri, Morte sono alcune parole di Donne risvegliate che percepiscono di essere il mare e non più onde che si infrangono a caso.
Presentano 
Alessandra Morelli, specializzata in negoziazioni ed operazioni umanitarie, è stata Delegata per l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) dal 1992 al 2021.
Alessandra Meloni, antropologa, studiosa di sciamanismo e terapie alternative. Dal 2011 diplomata in Radionica e dal 2014 in Naturopatia.

Partecipa 
Amjed Rifaie, Maestro di Calligrafia, ci mostrerà l’antica arte della calligrafia araba con una performance di scrittura sacra sul corpo delle donne. Un rituale senza tempo che racchiude tecnica, ricchezza linguistica e
spiritualità.
Autrice
Sarah Telesca nasce nel 1972 a Roma dove vive e lavora. Agente finanziario. Educatrice finanziaria indipendente. Specializzata nella vendita dei prodotti bancari e nella formazione dei credit advisors junior. Appassionata di modelli linguistici persuasivi mirati alla crescita personale, ha trascorso gli ultimi 20 anni a studiare e a praticare nella propria officina alchemica, il laboratorio in cui gli elementi sublimati dirigono il ricercatore sulla via della non-dualità.
Per motivi organizzativi si prega di confermare la presenza entro domenica 20 marzo inviando una email all’indirizzo telescasarah@gmail.com
Si consiglia di parcheggiare a Lungotevere della Farnesina presso la Salita del Buon Pastore
Ingresso consentito ESCLUSIVAMENTE ai possessori di super green-pass e mascherina ffp2